Catacombe Napoli

Catacombe e Napoli sotterranea, l’altra Napoli da visitare

Nelle profonde viscere di Napoli, una delle città più belle d’Italia, si nasconde un antico tesoro: è la Napoli sotterranea. Sotto le strade abbondantemente frequentate della città, esiste un labirinto di cunicoli, cappelle e stanze: una vera e propria città sotterranea.

Ci sono vari percorsi per esplorare Napoli Sotterranea, oltre all’antico Tunnel Borbonico, i luoghi sacri come le Catacombe di San Gennaro… e ancora tanto da scoprire!

Catacombe San Gennaro

Le Catacombe di San Gennaro, sotto il rione Santità, sono le più note per due motivi: sono le più vaste del Sud Italia – coprono circa 5600 metri quadri scavati nel tufo (disposti su due livelli, inferiore e superiore) – e vi riposano le spoglie del santo protettore della città, San Gennaro. Quello inferiore è il più antico e risale al I e II secolo, il superiore è noto per gli affreschi e per la “cripta dei vescovi”, dove sono seppelliti alcuni Vescovi napoletani.

L’ingresso alle catacombe è collocato attualmente nei pressi della Chiesa dell’Incoronata a Capodimonte ed è dotato di una scala che conduce direttamente al livello del secondo piano; qui vi è visibile il più antico ritratto conosciuto del santo Gennaro, risalente al V secolo.
Catacombe Napoli

Le Catacombe di San Gaudioso – l’accesso si trova nella cripta sotto il presbiterio rialzato della chiesa alla Madonna della Sanità. La caratteristica di questo complesso sono i teschi incassati tra i cunicoli, derivanti dalla consuetudine risalente al Seicento di conservare la testa dei cadaveri e incastrarle nei muri, dipingendo al di sotto un corpo con caratteristiche che rimandassero alla vita del morto.

Prenota il tuo soggiorno partenopeo al Hotel Europeo & Flowers di Napoli.

Il sottosuolo di Napoli non è soltanto Catacombe. Nel cuore di Napoli sorge un labirinto segreto, testimone di epoche passate.

Tunnel borbonico

Si può accedere alla Napoli Sotterranea in diversi punti poiché essa ripercorre varie zone della città, vediamo insieme quali:

Uno dei più conosciuti prevede l’ingresso presso la via S. Anna di Palazzo, siamo nel cuore pulsante di Napoli e da qui si potrà scendere a 40 metri di profondità fino ad arrivare ad un rifugio usato durante il secondo conflitto mondiale. Affascinante è anche il percorso a cui si accede da Piazza San Gaetano, attraversando strettissimi cunicoli si potrà ripercorrere l’intera storia di questa parte di Napoli: dal periodo romano a quello del ‘900.

Invece è recentissima la scoperta di un passaggio sotterraneo fatto costruire dai Borboni per poter avere una via di fuga rapida e sicura. Questo parte infatti da Piazza del Plebiscito ed è stato appunto rinominato Tunnel Borbonico, galleria che con il passare del tempo fu usata come deposito di vecchie auto.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *